Categorie News
20/03/2024

L’Autonomia Strategica dell’UE Rafforzata: Approvato il Regolamento sulle Materie Prime Critiche

Il 18 marzo 2024, il Consiglio ha definitivamente ratificato il regolamento che istituisce un quadro per garantire un approvvigionamento sicuro e sostenibile di materie prime critiche, noto come Critical Raw Materials Act (CRMA), completando così l’ultima fase del processo decisionale.

Il CRMA:

  • Fornisce linee guida chiare e scadenze definite per le procedure di autorizzazione dei progetti di estrazione nell’UE;
  • Consente alla Commissione e agli Stati membri di individuare progetti strategici cruciali;
  • Richiede valutazioni del rischio lungo la catena di approvvigionamento;
  • Impone agli Stati membri di sviluppare piani nazionali di esplorazione;
  • Garantisce l’accesso dell’UE alle materie prime critiche e strategiche attraverso parametri ambiziosi di estrazione, trasformazione, riciclaggio e diversificazione delle fonti di importazione.

Il testo definitivo adottato recentemente presenta due elenchi di materie (34 critiche e 17 strategiche) fondamentali per la transizione verde e digitale, nonché per settori cruciali come l’industria della difesa e dello spazio.

Il CRMA stabilisce tre obiettivi chiave per la copertura del consumo di materie prime dell’UE:

  • 10% da estrazione locale;
  • 40% da trasformare nell’UE;
  • 25% da materiali riciclati.

Per agevolare lo sviluppo di progetti strategici, gli Stati membri istituiranno punti di contatto unici nei livelli amministrativi appropriati e nelle fasi rilevanti della catena del valore delle materie prime critiche.

I progetti di estrazione dovranno ottenere l’autorizzazione entro un massimo di 27 mesi, mentre i progetti di riciclaggio e trasformazione dovrebbero ricevere l’approvazione entro 15 mesi, salvo limitate eccezioni volte a garantire un coinvolgimento adeguato delle comunità locali e una valutazione ambientale completa nei casi più complessi.

Le grandi imprese operanti nel settore delle tecnologie strategiche (come produttori di batterie, idrogeno o generatori di energia rinnovabile) condurranno valutazioni del rischio sulle proprie catene di approvvigionamento per identificare eventuali vulnerabilità.

Dopo l’approvazione della posizione del Parlamento europeo da parte del Consiglio il 18 marzo, l’atto legislativo è stato adottato. Una volta firmato dalla presidente del Parlamento europeo e dal presidente del Consiglio, il CRMA sarà pubblicato nella Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea ed entrerà in vigore il ventesimo giorno successivo alla pubblicazione.

News collegate

India-eu
08 Maggio 2024
News

India: la fitta agenda commerciale in Europa

foto fabio marazzi
03 Maggio 2024
News

Fabio Marazzi è il nuovo Of Counsel di Lexacta Global Legal Advice

29 Aprile 2024
News

U.S.A. Federal Trade Commission: divieto al Patto di Non Concorrenza

UE-Chile Bilateral Agreement
02 Aprile 2024
News

Accordo bilaterale tra UE e Cile ratificato

27 Marzo 2024
News

Tracciamento dei Farmaci: necessità di adeguamento per l’Italia entro il 9 febbraio 2025

Torna alle News